Serra da Parete in nailon o policarbonato: Quale Scegliere?

In questo articolo voglio parlarti della serra da parete, un particolare tipo di serra da posizionare addossata al muro di casa.

Se hai poco spazio e cerchi una serra di modeste dimensioni da posizionare attaccata alla casa, sotto un balcone o sotto un terrazzo, questo è il modello che fa per te.

Questa serra è l’ideale per riparare le tue piante nel periodo invernale.

La serra da parete Protegge le tue piante ma non fa miracoli.

Il pregio di questo modello è di offrire una maggiore protezione nel periodo invernale.

Vuoi sapere perché?

Pensaci un’attimo, il motivo è semplice.

Essendo la serra addossata alla parete viene in parte protetta dai venti gelidi invernali, specialmente se la posizioni davanti ad un muro che guarda a sud.

Ma non solo.

Se sulla parete in questione batte il sole tutto il giorno, quando farà buio trasmetterà ancora un po di calore ( seppur minimo) accumulato durante la giornata alla tua serra.

Intendiamoci, la serra a parete da giardino non fa miracoli, ma comunque offre una maggiore protezione di una normale serra posizionata in mezzo al prato ed esposta ai quattro venti.

Altra questione su cui c’è molta confusione è la temperatura che dovrebbe mantenere al suo interno.

Molti pensano che una qualsiasi serra fredda, cioè priva di riscaldamento, dovrebbe comunque mantenere una temperatura di molto superiore a quella esterna.

Ecco, lasciamelo dire: questa è una cavolata.

Qualsiasi serra, e in questo caso anche la serra a muro, se non riscaldata tenderà a raggiungere la temperatura presente all’esterno.

Di norma la differenza di temperatura tra dentro e fuori è di appena 1 o 2 gradi, magari qualcosa in più in queste circostanze.

Ma in ogni caso, sognati di avere 5 gradi in serra se fuori va a – 10.

L’unico modo per mantenere la temperatura desiderata è dotarsi di un sistema di riscaldamento.

Serra a muro: due modelli tra cui scegliere

Le serre a parete si dividono in modelli con nailon e modelli in policarbonato.

Per maggiori approfondimenti su quella in policarbonato vedi anche la guida che ho scritto sulla serra da giardino in policarbonato.

Serra addossata in tubolare e nailon

serra a muroSi tratta di un genere di serra leggera con struttura in tubolare plastico o di metallo, con giunture in plastica e copertura in nailon.

Mentre per accedere all’interno si utilizzano una o due aperture con chiusura a zip.

Di per se è abbastanza robusta ma necessita di alcune precauzioni.

Visto il tipo di struttura leggera che possiede, questa serra da parete non è fatta per essere esposta direttamente alle intemperie, per cui:

  • non può stare sotto la pioggia altrimenti rischia di accumulare acqua e crepare i giunti o sfondarsi del tutto
  • non può stare sotto la neve perché il peso la sfonderebbe subito
  • in presenza di vento va tenuta chiusa o si gonfia come una vela e diventa un aquilone 😉
  • non può stare esposta ai 4 venti in mezzo al giardino perché il vento se la porterebbe via subito
  • va fissata a una parete, anche se resterebbe in piedi da sola

Inoltre, presta particolare attenzione con le zip quando si aprono e si chiudono, o rischi romperle.

Ricordati che stimo comunque parlando di una serra economica, non possiamo pretendere di avere la stessa qualità di una da 500 €.

Il montaggio è abbastanza banale e in mezz’ora la monti tranquillamente, per cui potresti anche pensare di montarla a inizio stagione e smontarla quando arriva la primavera.

Serra a muro in alluminio e policarbonato

serra a parete in policarbonatoQuesta è una vera e propria serra con struttura in alluminio, pannelli in policarbonato, porta scorrevole e apertura di ventilazione sul tetto.

La struttura robusta ma leggera consente di posizionarla anche su un balcone o terrazzo e le permette di resistere alle intemperie come vento, pioggia e neve, ma anche lei va posizionata a ridosso di una parete.

In questo caso fissarla alla parete è indispensabile non solo per garantire una maggiore stabilità ma anche perché questo modello è sprovvisto di parete posteriore.

In pratica, possiede solo 3 pareti perché una è costituita dal muro su cui la fissi.

È una serra fatta per durare negli anni che, grazie alla maggiore coibentazione offerta dal policarbonato e all’assenza di spifferi garantita dalla qualità della struttura, è l’ideale per proteggere le tue piante di agrumi o altro.

Viste le dimensioni puoi anche pensare di inserire uno scaffale per le piante e un banchetto da lavoro, oppure come deposito per gli attrezzi.

L’unica pecca di questa serra a parete in policarbonato è il montaggio che non è così immediato come in quella in nailon ma richiede alcune ore di lavoro.

Per questo motivo una volta montata non è conveniente smontarla, ma va lasciata li dove sta.

Oltretutto, se proprio vogliamo essere pignoli, ti consiglio di fissare i pannelli in policarbonato con ulteriori viti o con del silicone, per una maggiore tenuta contro il vento.

Devo aggiungere ancora una cosa.

Queste serre sono produzioni standard, per cui non puoi chiedere al venditore di personalizzarla nelle dimensioni e nell’apertura (invertendola sul lato opposto), inoltre non dispongono di pavimento interno che sarà invece costituito da quello su cui la posizionerai.

Come fissare la serra da parete per non farla portare via dal vento

serra addossataUn buon fissaggio è fondamentale per garantire una lunga durata alla tua serra, per ciò presta attenzione.

La serra a muro in alluminio e policarbonato va tassellata direttamente alla parete e al pavimento.

Per fare questo potrebbe essere necessario forare il telaio perché non tutti i modelli sono predisposti con dei fori per i tasselli.

Per il discorso pavimento potresti anche pensare di annegare la base (a volte da acquistare a parte) direttamente in plinti o un cordolo in cemento.

Per la serra in tubolare e nailon dovrai invece fissare al muro dei tasselli con testa ad anello a cui fissare la serra con le fascette in dotazione o, con le fascette da elettricista, fil di ferro, corde ecc.

Mi raccomando, non fare economia di tasselli e fascette, piuttosto esagera.

I migliori modelli di serra a parete

Verdemax

Struttura in metallo con giunti in plastica senza bisogno di viti

Copertura in nailon resistente ai raggi UV

Doppia apertura laterale con cerniera

Dimensioni: 200 x 100 x 215 cm

È possibile acquistare un telo di ricambio

Verdemax 2644 - Serra da Parete Oleander
58 Recensioni

Verdelook

Struttura in metallo con giunti in plastica

Copertura in nailon

Doppia apertura laterale con cerniera

Dimensioni: 100 x 200 x 215 cm

Si può acquistare il telo di ricambio se necessario

Justmoment

Struttura in metallo con giunti in plastica

Copertura in nailon

Due aperture laterali con zip

Dimensioni: 200 x 100 x 215 cm

Verdelook

Struttura metallica e giunti in plastica

Copertura in nailon

Apertura frontale con cerniera

Dimensioni: 95 x 70 x 190 cm

VERDELOOK Serra Senza Ripiani per terrazzo + Telo in PVC, 95x70x190 cm
205 Recensioni

Relaxdays

Struttura in metallo con giunti in plastica

Copertura con nailon

Apertura frontale munita di 2 cerniere

Dimensioni: 150 x 100 x 50 cm

Primrose

Struttura in alluminio con copertura in policarbonato

Pareti con rinforzi

Porta scorrevole

Apertura sul tetto

Dimensioni: 240 x 122 x 250 cm

TecTake

Struttura in alluminio e copertura in policarbonato

Porta scorrevole

Apertura di ventilazione sul tetto

Rinforzi alle pareti

Dimensioni: 192 x 128 x 202 cm

Jago

Struttura in alluminio con pannelli in policarbonato

Porta scorrevole

Apertura sul tetto

Rinforzi sulle pareti

Dimensioni: 190 x 120 x 183 cm

Se ti è piaciuto l’articolo sulla serra da parete metti MI PIACE e condividilo con gli amici,

è gratis e ci faresti davvero felici 😉